1993

[one_half position=””]Palermo – Teatro Biondo
DONNE E MAFIA: DENTRO, CONTRO, FUORI

La V Edizione, “Donne e mafia: dentro, contro, fuori”, presentata da Enza Sampò, è dedicata all’impegno femminile nella lotta contro la mafia, in Sicilia come nel resto del Paese. Al Teatro Biondo di Palermo vengono proiettate storie di donne coraggiose e determinate e, per la prima e unica volta nella storia della Fondazione, viene assegnato un Premio alla memoria a Francesca Morvillo, vittima insieme al marito Giovanni Falcone nella strage di Capaci. Nel Paese è in atto un cambiamento culturale che vede le donne ribellarsi alle regole criminali e l’intento della Fondazione è aprire ulteriormente la strada a una legalità diffusa e consapevole. Insieme agli esempi virtuosi, quindi, si è voluto denunciare un silenzio femminile troppe volte connivente. Infatti, la ricerca ha registrato che, per il 70% delle intervistate, la mafia potrebbe essere sconfitta se venisse meno la complicità di madri, mogli e fidanzate. D’altro canto, secondo i dati, sono le donne le più attente e sensibili alla piaga di Cosa Nostra e sono loro a mostrare maggiore sfiducia verso istituzioni e classe politica. A nutrire le speranze ci sono le giovani generazioni. Per sensibilizzarle, la Fondazione promuove un concorso che coinvolge duemila bambini delle scuole elementari del Meridione, impegnati nello svolgimento di un tema significativo: “Prova a pensare come sarebbe la tua città senza mafia e delinquenza”.

[/one_half][one_half  position=”last”]Le Premiate

IMPRENDITRICI E MANAGER
Fernanda Contri
Ilda Boccassini
Gabriella R. Filippone
Paola Pelino
Liliana Ferraro
Teresa Gamucci

PREMI SPECIALI
Francesca Morvillo

LAUREATE
Carmela Galdi
Maria Grazia La Rosa
Alessandra Saporito
[/one_half]

——————————————————————————————————————————————

indietro