2012

Roma – Teatro delle Vittorie
Donne: l’Italia che vogliamo

La XXIV edizione del Premio Marisa Bellisario, si è svolta il 1 Giugno alle ore 15 al Teatro delle Vittorie di Roma” ed è stata trasmessa il 6 Giugno su Raidue. “Donne: l’Italia che vogliamo” – dichiara Lella Golfo, Presidente della Fondazione Bellisario – non è ‘semplicemente’ il tema e titolo di quest’edizione del Premio Bellisario ma un Manifesto da riempire di progetti e traguardi”. A decretare le vincitrici, una Commissione plenaria presieduta da Lella Golfo, Presidente della Fondazione Marisa Bellisario, e composta da autorevoli esponenti del mondo economico, istituzionale, culturale. Tra le categorie della XXIV Edizione del Premio Bellisario, oltre a Manager e Imprenditrici, anche le donne delle Istituzioni, e i Premio Speciali: il Premio Internazionale, quello per l’Arte, per la Carriera e per lo Sport. Come da tradizione il Germoglio D’Oro, attribuito dal gruppo giovani della Fondazione Marisa Bellisario è stato attribuito all’Head of Sustainability and Foundation Vodafone per il progetto contro lo stalking Vodafone Angel. Mela d’Oro anche per tre neolaureate in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio, per quest’edizione selezionate in collaborazione con Enel tra 58 profili individuati da diciotto Atenei italiani. Targhe speciali sono state inoltre assegnate a 17 giovani donne che hanno portato al successo con determinazione e coraggio un’idea imprenditoriale innovativa o nel Made in Italy, rischiando e investendo sulle proprie idee, a manager e professioniste che hanno raggiunto traguardi ambiziosi, sfidando ostacoli e pregiudizi e affermandosi in “roccaforti maschili” e a giovani talenti in “controesodo” che dopo un’esperienza di lavoro all’estero hanno scelto di costruire in Italia il loro futuro. A consegnare l’ambita Mela d’Oro alle eccellenze femminili del Paese, tra le numerose personalità, il Presidente Mario Monti, il Sottosegretario Antonio Catricalà, i Ministri Elsa Fornero e Paola Severino, il Direttore Generale della Rai Lorenza Lei, il Vice direttore Generale della Banca d’Italia Anna Maria Tarantola, l’Onorevole Mara Carfagna, il Presidente Sergio Dompè, l’Ad del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane Mauro Moretti. “‘L’Italia che vogliamo’ – dichiara Lella Golfo – è prima di tutto un Paese che ha il coraggio di mobilitarsi per le battaglie in cui crede, come quelle quote di genere diventate legge anche grazie alla solidarietà di tante donne; è un Paese che ha più donne ai vertici del sistema economico, in Parlamento, nelle istituzioni e in politica. ‘L’Italia che vogliamo’ è una Repubblica fondata sul lavoro per tutti, uomini e donne e non un Paese dove una donna su cinque è costretta a lasciare il lavoro dopo il primo figlio, dove il tasso di fecondità continua a scendere (1,4) e gli asili nido coprono solo il 13% del fabbisogno, contro il 33% fissato dall’Unione europea. È un Paese che scommette sulle piccole e medie imprese, sulle tante capitane d’impresa. ‘L’Italia che vogliamo’ è quella delle nostre Mele d’Oro e dei giovani talenti che premiamo oggi: la Nazione dell’eccellenza femminile che riesce a esprimersi e che mette il proprio mattone della grande casa che è questo Paese. Le premiate di questa nostra XXIV Edizione sono le migliori testimonial dell’Italia che vogliamo e insieme lavoreremo affinché quest’Italia delle opportunità e dell’ottimismo diventi realtà”. Condotto da Massimiliano Ossini, lo Speciale Premio Bellisario vede l’intervento di Sergio Castellitto e gli intermezzi musicali di Niki Nicolai, Roberta Bonanno e dell’orchestra “L’accademia Della Libellula”, diretta dal Maestro Cinzia Pennesi. Come ogni anno, con l’adesione della Presidenza della Repubblica, un’ulteriore garanzia dell’altissimo profilo del Premio Bellisario è la costituzione di un Comitato D’Onore composto dalla Presidente della Fondazione Marisa Bellisario, On. Lella Golfo, Roger Abravanel, Marina Berlusconi, Paolo Bertoluzzo, Diana Bracco, Antonio Catricalà, Nicola Ciniero, Fulvio Conti, Luca Cordero di Montezemolo, Diego Della Valle, Sergio Dompé, Paolo Garimberti, Patrizia Grieco, Lorenza Lei, Emma Marcegaglia, Paolo Mieli, Mauro Moretti, Giuseppe Mussari, Roberto Napoletano, Massimo Sarmi, Paolo Scaroni, Anna Maria Tarantola, Massimo Tononi, Donatella Treu e Umberto Veronesi.

Le Premiate

IMPRENDITRICI
Catia Bastioli
Amministratore Delegato Novamont

Olga Urbani
Amministratore Delegato Urbani Tartufi

Mariella Enoc
Vice Presidente Fondazione Cariplo

MANAGER
Costanza Esclapon
Direttore Relazioni Esterne Alitalia

Marina Migliorato
Responsabile CSR e Relazioni con gli stakeholder Enel

Giorgina Gallo
Presidente e Amministratore Delegato L’Oreal Italia

LE DONNE DELLE ISTITUZIONI
Annamaria Cancellieri
Ministro dell’Interno

Maria Chiara Carrozza
Rettore Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa

Elisabetta Tripodi
Sindaco di Rosarno

PREMIO INTERNAZIONALE
Marie-Ségolène Royal
Esponente Parti Socialiste

LAUREATE IN INGEGNERIA PER L’AMBIENTE E IL TERRITORIO
Martina Cagliostro
Politecnico di Torino

Raffaella Maestro
Università degli Studi di Napoli Federico II

Elisa Piazzalunga
Università degli Studi di Ferrara

PREMI SPECIALI PER LA CARRIERA
Carla Braccialini
Presidente Onorario Braccialini

PER L’ARTE
Eleonora Abbagnato
Prima ballerina Opéra di Parigi

PER LO SPORT
Elisa Casanova Capitano
Nazionale Pallanuoto

Giulia Quintavalle
Campionessa Olimpica Judo

GERMOGLIO D’ORO
Maria Cristina Ferradini
Head of Sustainability and Foundation Vodafone

I GIOVANI TALENTI
MONICA ARCHIBUGI
SELENE BIFFI
MARZIA CAMARDA
ALESSANDRA CARRILLO
IRENE CHIRICO
MARCELA DEL VALLE SAGARDOY
GIOVANNA DELLA POSTA
ALESSANDRA GENCO
SERAFINA SERENA GRECO
AIDA PROIETTI
PETROVA RADOSLAVA
SONIA ROSSI
SARA ROVERSI
ELENA SALDA
TERESA SANTAGUIDA
ALESSANDRA TARISSI DE JACOBIS
ADRIANA VELAZQUEZ [/one_half]

——————————————————————————————————————————————

indietro