le premiate – 1990

[one_half position=””]

Sezione Manager ed Imprenditrici

Anna Maria Petroli Tofani
Responsabile della Galleria degli Uffizi di Firenze 
Motivazione: Per le sue capacità direttive che l’hanno portata a sviluppare i settori della promozione, dello sviluppo e della gestione delle risorse nel museo più antico del mondo.

Antonella Celletti
Pilota 
Motivazione: Per aver intrapreso una carriera che l’ha portata ad essere la prima donna pilota dell’Alitalia.

Carla Gagliasso Tusi
Amministratore delegato COGEMA 
Motivazione: Per l’innovazione creativa apportata ad un settore di primaria importanza riuscendo a conciliare tempi e qualità.

Donatella Ronchi Girombelli
Stilista 
Motivazione: Per aver portato la sua azienda ai vertici di un settore competitivo quale quello della moda in Italia.

Flavia Pignanelli Verani
Direttrice del carcere di Cremona 
Motivazione: Per aver applicato con intelligenza la riforma carceraria, riuscendo ad instaurare con i detenuti un rapporto di stima e solidarietà che ha fatto prevalere sulle severe regole del carcere la forza della ragione e dei valori umani.

Maria Grazia Massimino Angioni
Imprenditrice 
Motivazione: Per essersi affermata nell’imprenditoria in un settore al servizio dell’ambiente riscuotendo un notevole successo di mercato anche in campo internazionale.

 

Sezione Premi Speciali

PREMIO INTERNAZIONALE 
Elena Bonner Sacharova
Leader della dissidenza sovietica 
Motivazione: Per essere stata coraggiosa artefice della Perestroika, coscienza critica del suo Paese e testimonianza vivente per tutti gli uomini che hanno denunciato al mondo il fallimento storico dei regimi comunisti dell’Est.

 

PREMIO INTERNAZIONALE 
Miriam Makeba
Cantante 
Motivazione: Per essere la voce di protesta libera e forte del popolo sudafricano. Da trent’anni vive in esilio ma il canto della sua voce è un simbolo della lotta a cui nessun ostacolo può impedire di narrare la poesia della libertà.

 

PREMIO LAUREATE 
Elisabetta Ghiglione, Elena De Paulis, Silvia Liberata Ullo
Laureate in Ingegneria Elettronica con 110 e lode 
Motivazione: Per aver portato a termine brillantemente un corso di studi tipicamente maschile inserendosi da protagoniste nel processo tecnologico in atto.

[/one_half] [one_half  position=”last”]  [/one_half]

——————————————————————————————————————————————

indietro